030 9976132 studio@cremaschini.it
Via Marconi 5, 25020 Offlaga (BS)
Piazza Vittoria 23, Cignano (BS)
Via Liberazione 21, Verolavecchia (BS)

Visita Specialisticia

L’Odontoiatria è una specialità della medicina. In tutte le specialità la parte fondamentale è la diagnosi prima di un eventuale terapia. Pertanto la visita specialistica è da considerarsi la prima ed essenziale prestazione da effettuare in qualsiasi situazione. Prettamente di natura intellettuale, si avvale di tutti gli esami strumentali diagnostici resi necessari quali radiografie, TC cone beam, esami ematochimici, tests o manovre mediche classiche, etc.

Una diagnosi corretta e puntuale garantisce una possibile soluzione terapeutica. Esiste una sola diagnosi, a cui corrispondono spesso varie soluzioni terapeutiche idonee, che vanno personalizzate su ogni singolo paziente.

RADIOLOGIA
Lo studio dentistico Cremaschini offre un servizio radiologico di alta qualità, poiché dispone di apparecchiature di ultima generazione, che permettono una rapida diagnosi dei singoli casi in esame e conseguentemente un piano di terapia accurato e predicibile per ciascuno di essi.

ESAMI DISPONIBILI:

ORTOPANTOMOGRAFIA: Immagine importante nei piani di trattamento e nei controlli. Permette di esaminare zone dove i denti sono andati persi o estratti, di valutare il livello di eruzione dei denti nei bambini, i germi e le agenesie dentali, le linee di frattura ossea e la posizione esatta di tutti i denti non chè la loro forma, dimensione, stato di salute, e relazione con altre strutture anatomiche.
L’OPT è utilizzata anche nell’ambito implantologico, o in ambito diagnostico per valutare l’estensione spaziale di una cisti ossea o una rarefazione ossea intorno ad un dente (granuloma), oppure per stabilire la relazione anatomica fra il dente del giudizio e il canale del nervo mandibolare.
RADIOGRAFIA DELLA ATM (a bocca chiusa e a bocca aperta): Consente lo studio approfondito della articolazione temporo-mandibolare (artrosi o dislocazioni patologiche).
SEZIONI ORTOGONALI DEI MASCELLARI. Consentono di vedere singole zone limitatamente a un solo dente, eliminando l’interferenza di altre zone limitrofe. Sono sezioni ortogonali al mascellare superiore o alla mandibola, e permettono di valutare gli spessori ossei e i rapporti anatomici di strutture vicine.
RADIOGRAFIE ENDORALI: sono radiografie digitali di singoli denti, molto confortevoli per il paziente, e di immediata realizzazione, con una dose di radiazioni ridotte al minimo. Vengono sfruttate in studio per la loro elevata precisione ed alta risoluzione, in tutti i campi dell’Odontoiatria.
PSICOLOGIA
PAURA DEL DENTISTA? La paura del dentista è molto più frequente di quello che sembra. L'80% dei pazienti che si avvicinano alle cure odontoiatriche, è in uno stato d'ansia tale da fargli vivere l'esperienza odontoiatrica come negativa. Oggettivamente, oggi, non si può più sostenere che il dentista fa male, ma nonostante questo la paura rimane e coinvolge persone di ogni ceto sociale ed età.
Il dolore genera la paura e l'ansietà rende il dolore meno tollerabile. I pazienti ansiosi sono reattivi alla minima stimolazione che molto spesso non è dolorosa. La paura è un fenomeno di breve durata e scompare quando il pericolo o la minaccia sono finite. A differenza della paura, l'ansia non passa rapidamente e perdura anche in assenza di un reale pericolo. IL DENTISTA NON DEVE ASSOLUTAMENTE MISCONOSCERE LA PAURA E L'ANSIA DEI SUOI PAZIENTI !
SEI UN PAZIENTE ANSIOSO E PAUROSO ? Un paziente pauroso non sempre manifesta il suo problema, anzi molte volte per vergogna, imbarazzo, tende a nasconderlo. Il dentista più sensibile e attento riesce a cogliere ed interpretare i segnali che il paziente ansioso manifesta. Il dentista meno attento non si accorge delle manifestazioni. In genere gli atteggiamenti che possono farci sospettare di essere alla presenza di un paziente fobico o pauroso sono:
1) il paziente è spesso logorroico: continua a parlare come se volesse distrarre il dentista impegnandolo nel dialogo e così rimandare nel tempo il momento di iniziare le cure. E' una reazione tipica dei bambini che bloccano l'azione del dentista con mille..."perché?...."
2) taciturno, distaccato, non gentile, superbo, atteggiamenti riconducibili ad uno stato di malessere, ansia, agitazione.
3) scontroso, nervoso, irascibile, riconducibile ad uno stato molto ansioso.
4) ha sempre fretta, oberato da impegni pressanti, pieno di problemi.
5) salta gli appuntamenti: evita un trattamento che lo terrorizza.
6) sempre insoddisfatto, conseguenza dell'essere sempre teso e nervoso.
7) aggrappato ai braccioli della poltrona, sintomo di paura.
8) pallido, rosso in volto, sintomo di paura.
9) profusamente sudato, frequenti svenimenti, sintomo di forte stress, ansia e paura.
10) braccia incrociate sul petto: segno di un atteggiamento di protezione.
11) gambe accavallate come segno di non rilassatezza.
12) si alza di scatto dalla poltrona al termine del trattamento, non vede l'ora di andarsene.
13) ha una bocca trasandata e trascurata.
14) è sospettoso, non si fida mai, è insicuro.
15) ha un esasperato "gag reflex" ovvero una tendenza ad avere il riflesso del vomito non appena ci si avvicina con gli strumenti in bocca.
16)chiude spesso la bocca.
17) vuole sciacquarsi in continuazione.
18) ha un'espressione sempre sofferente.
19) grida per un nonnulla.
Forse nessun altro atto medico genera tante emozioni negative e fobia come il dover andare dal dentista. C'è la paura del dolore, degli aghi, del trapano, del sangue, dello svenire, di perdere il controllo, di essere giudicato...
E TU QUANTO SEI ANSIOSO DAL DENTISTA? Il test più diffuso a livello internazionale per valutare il GRADO DI ANSIETA' è il DENTAL ANXIETY SCALE ideato da Corah e coll. nel 1978. Questo test appare essere il più affidabile e il più sicuro esistente allo stato attuale per valutare l'ansia di un soggetto che si appresta alle cure odontoiatriche. Indirettamente il Dott. Cremaschini ha inserito in maniera nascosta nel formulario dell'Anamnesi che fa compilare ad ogni paziente prima di iniziare qualsiasi cura, tale test e, quindi, valuta in anticipo il grado di ansia del suo prossimo paziente. Adotterà, in questo caso, tutti gli accorgimenti necessari per agevolare al massimo la seduta al suo paziente.
Di seguito viene proposto il test specifico. Leggete il test e provate a rispondere alle domande. Identificate la risposta che a voi sembra identificare meglio la vostra realtà. Ogni risposta ha un determinato valore. Alla fine sommate il punteggio relativo a ciascuna risposta et voilà.....il gioco è fatto: la somma vi dirà se siete ansiosi oppure no, e il vostro grado di ansietà:
Domanda 1: Se lei dovesse andare dal dentista, come si sentirebbe il giorno prima?
a) mi sentirei come se dovessi affrontare una esperienza abbastanza piacevole.
b) non mi preoccuperei molto degli eventi che dovrei affrontare.
c) mi sentirei un pò a disagio.
d) sarei timoroso, perchè l'esperienza potrebbe essere spiacevole e crearmi paura.
e) sarei molto impaurito di ciò che mi potrebbe fare il dentista.
Domanda 2: Durante la permanenza in sala di attesa, come si sente?
a) rilassato
b) un pò a disagio
c) teso
d) ansioso
e) così ansioso che talvolta mi inondo di sudore e mi sento fisicamente spossato
Domanda 3: Quando lei si trova sulla poltrona operatoria in attesa che il dentista prepari l'anestesia o il trapano per iniziare il lavoro nella sua bocca, come si sente?
a) rilassato
b) un pò a disagio
c) teso
d) ansioso
e) così ansioso che talvolta mi inondo di sudore e mi sento fisicamente spossato
Domanda 4: Lei si trova sistemato sulla poltrona operatoria in attesa di iniziare la pulizia dei denti. Mentre aspetta che l'igienista sistemi gli strumenti che userà per "grattare" il tartaro per toglierlo dai denti, come si sente?
a) rilassato
b) un pò a disagio
c) teso
d) ansioso
e) così ansioso che talvolta mi inondo di sudore e mi sento fisicamente spossato
bene se siete stati onesti con voi stessi e avete risposto alle domande onestamente, questi sono i punteggi da assegnare alle diverse risposte:

a = 1 punto;
b = 2 punti;
c = 3 punti;
d = 4 punti;
e = 5 punti
Ora fate la somma dei punteggi ottenuti e questi sono i profili evidenziati:
GRADO DI ANSIETA' SECONDO AUTORI AMERICANI
da 9 a 12 = ansietà moderata
da 13 a 14 = ansietà forte
da 15 a 20 = ansietà grave (odontofobia)
VALUTAZIONE PIU' DETTAGLIATA DEL TEST
da 1 a 4 = paziente non ansioso
da 5 a 8 = ansia fisiologica
da 9 a 12 = ansia dentale moderata
da 13 a 16 = ansia dentale moderata/avanzata
da 17 a 20 = ansia dentale grave: odontofobia, fobia del dentista.
Se vi riconoscete in uno di questi profili, alla prossima occasione parlate con il Dott. Cremaschini, saprà trovare una soluzione alle vostre ansie o paure.

Mission

Obiettivo primario del nostro studio è da sempre quello di fornire il miglior trattamento possibile nelle varie discipline odontoiatriche con particolare enfasi nella risoluzione delle problematiche complesse estetico funzionali.

La nostra costante attenzione è rivolta alla persona: cerchiamo di rendere minimi i disagi e gli stress psico-fisici che accompagnano normalmente lo svolgersi delle cure Odontoiatriche.

studio@cremaschini.it

Contatti

Via Marconi 5,
25020 Offlaga (BS)

Tel:030 9976132

Piazza Vittoria 23,
25020 Cignano (BS)

Tel:030 979062

Via Liberazione 21,
25029 Verolavecchia (BS)

Tel:030 9361231