030 9976132 studio@cremaschini.it
Via Marconi 5, 25020 Offlaga (BS)
Piazza Vittoria 23, Cignano (BS)
Via Liberazione 21, Verolavecchia (BS)

Protesi

PROTESI FISSA
E' quella specialità dell'odontoiatria che si occupa di ripristinare l'integrità morfo-funzionale ed estetica della bocca mediante l'utilizzo di "denti artificiali", costruiti in laboratorio, che prendono il nome di corone / capsule o ponti. Queste corone e/o ponti vengono poi fissati in modo definitivo sui denti appositamente "preparati", mediante appropriata limatura, ottenendo i monconi. Solitamente i monconi vengono protetti da denti provvisori in resina più o meno resistenti preparati in laboratorio o direttamente alla poltrona. La realizzazione della protesi definitiva avviene dopo un adeguato periodo di tempo, in modo da permettere ai tessuti gengivali di guarire e arrivare a completa maturazione.
Casi che vengono trattati con chirurgia preprotesica o parodontale devono attendere prima della finalizzazione almeno 4/8 mesi dopo l'ultimo intervento chirurgico. La mancanza di uno o più elementi dentali può essere risolta con la realizzazione di un ponte ancorato ai denti adiacenti.
Le corone e/o i ponti definitivi possono essere realizzati con vari materiali come: corone totalmente in oro, in oro-resina, in oro-porcellana, in porcellana pura, in Zirconia monolitica o rivestito di porcellana o in Disilicato di Litio. La scelta del materiale con cui verrà realizzata la protesi definitiva dipende da vari fattori, quali esigenze estetiche, spazio a disposizione tra le due arcate e presenza di parafunzioni (serramento e/o digrignamento dei denti).
PROTESI MOBILE
La protesi mobile o rimovibile viene utilizzata per la sostituzione di uno o più denti mancanti. Non è fissa in bocca ma si attacca ai denti con dei ganci oppure con degli attacchi di precisione. Il paziente deve rimuovere le protesi dalla bocca ogni giorno per pulirle. Le protesi rimovibili sono rappresentate dagli scheletrati (con ganci e attacchi) e dalle protesi totali o "dentiere".
Le protesi scheletrate hanno una struttura di sostegno metallica di solito Cromo- Cobalto-Molibdeno, una parte in resina rosa che simula le gengive e da denti pre formati in resina o ceramica. In metallo sono anche i ganci che attaccano la protesi ai denti residui. Recentemente sono stati proposti anche ganci bianchi in resina acetalica che però hanno una resistenza e ritenzione minori. Le protesi Totali o "dentiere" sono completamente in resina e i denti possono essere in resina o ceramica. Per avere una buona stabilità le protesi totali devono essere piuttosto estese e in particolare la superiore deve coprire completamente il palato. Con le protesi rimovibili non è possibile ottenere lo stesso risultato in termini di stabilità, efficienza e estetica delle protesi fisse o su impianti, tuttavia possono rappresentare una soluzione di compromesso accettabile. Anche questo tipo di protesi per funzionare bene, nei limiti delle loro possibilità, richiedono un'attenta progettazione e una precisa esecuzione sia da parte del protesista sia da parte dell'odontotecnico.
Le protesi rimovibili devono essere sottoposte ad un'accurata igiene quotidiana di spazzolamento. Devono inoltre essere annualmente verificate e eventualmente adattate ai cambiamenti delle mucose.
GNATOLOGIA
La gnatologia è la scienza che si occupa dell’apparato masticatorio, sistema estremamente complesso costituito da tre componenti fondamentali:
1-le Articolazioni Temporo-Mandibolari (ATM)
2-il Sistema Neuro-Muscolare
3-l’apparato Dento-Parodontale
La funzione masticatoria è molto complessa : i denti, i muscoli e le articolazioni delle due arcate interagiscono tra loro quando entrano in contatto durante la masticazione, la deglutizione e la fonazione. Una "disarmonia" nel combaciamento dei denti può produrre infatti danni importanti non solo a carico dei denti stessi, ma anche a livello delle articolazioni della mandibola e dei muscoli della bocca, del collo, della testa e perfino della schiena. Molto spesso, mal di testa e mal di schiena, che magari vengono trattati con farmaci, massaggi o altro possono dipendere proprio da una occlusione disarmonica.
Per ottenere un bilanciamento nell'occlusione è talvolta necessario rimodellare le superfici occlusali attraverso un molaggio selettivo, armonizzando i punti di contatto dei denti, eliminando eventuali precontatti. Quando i muscoli masticatori sono dolenti e irrigiditi, oppure se le articolazioni non lavorano in modo corretto, la mandibola si muove con difficoltà e compie dei tragitti anomali. In tali casi a scopo diagnostico/terapeutico si utilizza un dispositivo di resina che impedisce ai denti di entrare in contatto e favorisce quindi il rilassamento dei muscoli masticatori. Il dispositivo di forme che possono essere diverse prende il nome di placca di svincolo o bite-plane.
Questa placca di resina permette alla mandibola di muoversi liberamente e va quindi man mano regolata al fine di trovare la sua corretta posizione spaziale. La rimodellazione delle superfici occlusali viene quindi guidata dalla placca, che rappresenta per il clinico una sorta di "bussola" che gli permette di orientarsi correttamente. La Gnatologia guarda l'apparato stomatognatico come parte integrante del corpo, ovvero una una visione olistica, cioè totale. Sono molti infatti gli elementi il cui funzionamento si collega direttamente o indirettamente e reciprocamente all'occlusione dentale.
L'occlusione dentale scorretta porta ad uno squilibrio di tutti i muscoli e degli organi correlati alla mandibola, fino a coinvolgere anche la postura stessa dello scheletro (tanto che si può parlare di Gnatologia Posturale) che potrebbe essere compromessa dalla posizione del mascellare inferiore rispetto al cranio. Fulcro vero della Gnatologia è l'ATM, ovvero Articolazione Temporo Mandibolare, si tratta di una particolare articolazione che collega l'osso mandibolare all'osso temporale del cranio, ed è l'articolazione che ci permette di aprire e chiudere la bocca.
L'ATM è dunque molto importante ed un suo malfunzionamento o una sua infiammazione può provocare non solo i problemi di occlusione, ma anche forti dolori che possono sfociare in cefalee, vertigini, problemi all'orecchio ed altro ancora. Le patologie disfunzionali sono trattabili soprattutto se diagnosticate tempestivamente.
OSTEOPATIA & POSTUROLOGIA
L'osteopatia è una medicina alternativa volta al trattamento di disfunzioni fisiologiche attraverso un particolare tipo di manipolazione detta manipolazione osteopatica. L'osteopatia si basa sul presupposto che il Sistema Nervoso Vegetativo svolga costantemente una autonoma azione di controllo dell'omeostasi corporea a tutti i livelli e che tale attività sia manifesta somaticamente.
Attraverso dolci manipolazioni l'osteopata mette in armonia l'apparato cranio-sacrale e l'apparto viscerale con il resto del corpo cercando di dare il miglior equilibrio posturale al paziente. L'osteopatia è una specialità sinergica alla Gnatologia in quanto può facilitare il ripristino e il mantenimento delle condizioni di equilibrio osseo e muscolare ottenuto mediante le operazioni Gnatologiche odontoiatriche.
L'osteopata si occupa dell'aspetto cranio-mandibolare e delle sue connessioni sia con l'apparato visivo, sia muscolo scheletrico, esistono infatti numerose connessioni neurofisiologiche tra l'apparto stomatognatico e l'apparato visuo-posturale.
La mandibola è direttamente collegata al cranio e connessa con l'osso mascellare, il tutto è regolato dal nervo trigemino che a sua volta è connesso agli occhi ed alla regolazione del tono muscolare delle vertebre cervicali, ecco perché è molto importante avere una bocca sana.
Qualsiasi squilibrio di denti o lingua può portare perturbazioni a livello cervicale e posturale, ecco perché è molto importante che alla figura del dentista sia affiancata la figura dell'osteopata specializzato in problematiche gnato-visuo-posturali.
Il trattamento osteopatico incoraggia e supporta i principi omeostatici del corpo e il suo equilibrio naturale, stimola il sistema arterioso , venoso, linfatico e nervoso per favorire il nutrimento nonché l'eliminazione delle sostanze di rifiuto.
Esso si prefigge di:
- ristabilire la mobilità e la motilità (articolare,fasciale, viscerale...) laddove esse siano state compromesse;
- migliorare l'apporto sanguigno e il ritorno venoso e linfatico per ottimizzare l'ossigenazione e la nutrizione cellulare;
- normalizzare l'interazione del sistema nervoso centrale e periferico con il sistema immunitario, endocrino e muscolo-scheletrico;
- bilanciare e coordinare il sistema dei 6 diaframmi e il loro ritmo (il diaframma plantare, pelvico, toraco-addominale, toracico superiore, ioideo e il tentorium cerebri).
La collaborazione tra l'odontoiatra e l'osteopata è necessaria qualora ci siano problematiche di tipo gnatologico, malocclusioni dolorose, click articolari, dolore ai denti non riconducibile a patologie, dolori muscolari, mal di testa, bruxismo (digrignamento) notturno, serramento, mal d'orecchie ed acufeni, vertigini, cervicalgia, problemi di affaticamento visivo.
Quando ci sia la necessità di grossi interventi protesici l'osteopata, su indicazioni del medico odontoiatra, prende in carico il paziente per aiutarlo ad esempio a masticare in maniera corretta, evitando problemi muscolari ed affaticamento. I pazienti che necessitano di grandi interventi orali spesso hanno situazioni di scompenso muscolare; il riequilibrio di questi stati rende molto piu’ veloce la riabilitazione.
All'interno dello studio inoltre l'osteopata, in collaborazione con il dentista, si occupa delle problematiche posturali che possono derivare da problemi gnatologici. Per una valutazione precisa ed accurata vengono utilizzate moderne pedane baropodometriche, che consentono di determinare che le connessioni Bocca-Postura siano le più armoniche possibili.
Una particolare attenzione viene infine dedicata ai più piccoli, che necessitano di apparecchi ortodontici. In questo caso l'osteopata, collaborando direttamente con l'ortodonzista, monitora il paziente per tutta la durata del trattamento rendendolo più rapido ed efficace e valutando il fondamentale aspetto posturale durante la crescita.

Mission

Obiettivo primario del nostro studio è da sempre quello di fornire il miglior trattamento possibile nelle varie discipline odontoiatriche con particolare enfasi nella risoluzione delle problematiche complesse estetico funzionali.

La nostra costante attenzione è rivolta alla persona: cerchiamo di rendere minimi i disagi e gli stress psico-fisici che accompagnano normalmente lo svolgersi delle cure Odontoiatriche.

studio@cremaschini.it

Contatti

Via Marconi 5,
25020 Offlaga (BS)

Tel:030 9976132

Piazza Vittoria 23,
25020 Cignano (BS)

Tel:030 979062

Via Liberazione 21,
25029 Verolavecchia (BS)

Tel:030 9361231